sky_logo

Ormai  capita sempre più spesso che qualcuno debba rinunciare alla  televisione satellitare a pagamento. In questi mesi il fenomeno delle disdette Sky si  è accentuato, sia perchè gli abbonamenti erano stati fatti magari in un  periodo più florido per finanze di una famiglia, sia per l’avvento del  digitale terrestre che effettivamente ora offre un bouquet di canali  molto ampio ed interessante. Non potete usufruire al Decreto Bersani se avete aderito con una promozione


Una  cosa che magari pochi sanno è che non potrete farvi forte del famoso  Decreto Bersani nel caso abbiate sottoscritto un abbonamento a Sky  utilizzando una delle tante promozioni promulgate da questo editore  televisivo satellitare. Il Decreto Bersani prevede che vengano abolite le penali per il recesso anticipato, con i semplici costi del distacco che ammontano a soli 12 euro. Tenete  presente che comunque la promozione ha un termine: di solito dura 6  mesi, ma ultimamente anche un anno, a prezzo bloccato, se siete ormai  fuori dalla promozione potrete tornare ad usufruire pienamente del Decreto Bersani.
Come fare la disdetta a Sky senza sbagliare
Innanzitutto dovete informare Sky che volete recedere e per far questo si ricorre ancora alla cara e vecchia raccomandata cartacea con ricevuta di ritorno. Nella  lettera brevi righe per segnalare il recesso anticipato, la fotocopia  di un documento di identità (va bene quindi anche la patente) e spedire  il tutto con ricevuta di ritorno a: SKY – casella Postale 13057 – Milano.
Lasciate  perdere la possibilità di fare la disdetta online compilando il modulo  che troverete sul loro sito, sempre meglio farla per raccomandata con  ricevuta di ritorno. Qui sotto i link con i modelli pre-stampati per effettuare la disdetta da inviare poi a Sky, non dimenticatelo, con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno:

Contrattare un nuovo prezzo, più basso

Nel  caso vogliate un prezzo più basso, ma mantenere attivo il vostro  abbonamento, Sky cerca di venire incontro al cliente. In fondo, a loro, conviene trattare con il consumatore pur di non perderlo ed è attivo, da qualche tempo, la possibilità di compilare un form per trattare un nuovo prezzo o alcuni benefit gratuiti (soprattutto se siete vecchi clienti).

Il form è a questo indirizzo, il call center Sky dovrebbe contattarvi nel giro di poche ore, di solito entro ventiquattr’ore.

Cosa fare dopo aver inviato la disdetta a Sky
Bene,  avete inviato la vostra raccomandata. Alla ricezione della stessa Sky  ha l’obbligo di chiudere l’abbonamento, il preavviso che avete inviato  ha un effetto di preavviso di almeno 30 giorni, quindi dovrete pagare l’ultimo mese  di abbonamento. Trascorso il mese non dovrete pagare più nulla,  potrete, quindi, (se il vostro tipo di pagamento è automatico)  informare la vostra banca di interrompere il RID bancario o carta di  credito.
Nel termine massimo di 30 giorni dovrete inoltre restituire Smart Card e decoder ad un centro Sky, meglio farlo personalmente e farsi rilasciare ricevuta cartacea, poi parleremo anche di qualche problemuccio avuto dai clienti nella riconsegna del decoder Sky.

 La riconsegna del decoder Sky e smart card.

Abbiamo  avuto segnalazioni di qualche “incomprensione” tra ex clienti Sky e  questo provider televisivo satellitare. Per questo è importante  conservare gelosamente la ricevuta cartacea in un posto sicuro perchè  potrebbe, improvvisamente, tornarvi utile. Alcuni ex clienti, ed utenti di questo sito, ci hanno  informato privatamente, che mesi dopo aver effettuato la riconsegna dell’hardware e pur se  nel loro account di Sky appare la dicitura posizione regolarizzata e Sky non ha nulla più da pretendere, si sono visti  recapitare una raccomandata da una agenzia di recupero crediti in cui si  minacciavano multe aggiuntive per la mancata consegna. La ditta per il recupero crediti si chiama FIRE spa,  e pare quasi impossibile contattarla sia per email, che per telefono,  per ottenere chiarimenti. Il call center di Sky riferisce che è tutto  chiaro e non siete più debitori, ma questa agenzia  crediti può insistere ed inviare una seconda raccomandata che parla di  “recupero forzoso”, ” via giudiziaria” allegando anche i bollettini  pre-marcati per un “comodo” e rapido pagamento di quanto dovuto. Forti della vostra ricevuta cartacea non pagate nulla,  l’unica cosa che lascia l’amaro in bocca è che Sky, secondo noi, dovrebbe intervenire  presso queste agenzie di recupero crediti a cui ha dato il mandato: non  ci fa una gran bella figura.

Via | Yume.it

Alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...