Kercher

Il test del luminol è stato fondamentale. Un metodo con cui sono state rilevate, nella casa di Perugia in cui è stata assassinata Meredith, sette tracce di “una presunta sostanza ematica” che potrebbero segnare la vera svolta delle indagini. A svelarlo è un’inchiesta di Panorama che racconta la dinamica dell’omicidio per cui sono in carcere Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede. I risultati delle analisi potrebbero aggravare ancora di più la posizione dei tre indagati.

LA RICOSTRUZIONE – Ma ecco che cosa è successo la sera del primo novembre 2007 nella ricostruazione del settimanale. Guede e Meredith sono nella stanza in cui avverrà ildelitto. Hanno un rappprto sessuale, forse consenziente. Alcune cellule dell’ivorianio saranno trovate nel corpo della vittima. Poi succede qualcosa: una lite, o un gesto di follia. Lei viene colpita. Tenta di scappare. Guede cerca di bloccarla. L’afferra per il reggiseno e la spallina si strappa: proprio in quel punto ci sono altre cellule epiteliali del ragazzo. Meredith riesce a fare qualche passo verso l’armadio della sua stanza, ma viene raggiunta e colpita ancora. Cade in ginocchio, proprio vicino al guardaroba. Aggrappandosi all’armadio tenta di rialzarsi: l’impronta della sua mano insanguinata resta impressa sulla porta interna dell’armadio. La ragazza è colpita a morte

A questo punto, secondo la nuova ricostruzione degli investigatori, si cerca di inscenare un tentativo di furto degenerato in violenza. Meredith viene svestita. Poi Sollecito le taglierebbe il reggiseno con un coltello. Per gli inquirenti sarebbe un nuovo elemento che fa capire la volontà di depistaggio. Nella stanza inoltre viene rotto un vetro e la camera viene messa in disordine, un caos visibilmente creato ad arte.

Casa

A questo punto, nella ricostruzione, bisogna chiarire la presenza delle feci nei due bagni dell’appartamento. Rudy, dopo l’uccisione di Meredith, potrebbe essere stato male per la troppa tensione e sarebbe quindi corso in bagno. Amanda, che forse si è sentita male per lo stesso motivo, trovando occupato il gabinetto, avrebbe usato l’altro servizio. E’ proprio nel secondo bagno che sono state trovate tracce di sangue della bionda americana, definita “viso d’angelo”, misto al sangue di Meredith sul contenitore di bastoncini per le orecchie, nello scolo del bidet e in quello del lavabo.

Casa_2

Leggi l’articolo completo su LiberoNews >>

 

 

Via | LiberoNews

Via | Yume.it 

Alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...