Dr. House

Gli appassionati del dottore più geniale della tv stanno facendo in queste ore il conto alla rovescia: da martedì 4 Marzo, infatti, Canale5 manderà in onda in prima visione la quarta stagione del “Dr. House”, quella attualmente in onda in America e trasmessa in anteprima da Joi, canale di Premium Gallery.

La rete punta molto sul personaggio interpretato da Hugh Laurie, al punto da mandare in onda, questa settimana, non solo l’episodio della domenica -alle 21:30, preceduto da una replica-, ma anche due episodi martedì 4, per fronteggiare la concorrenza del Maresciallo Rocca ed 11, contro il ritorno di Liverpool-Inter per la Champions League . E così già sei puntate nel corso di due settimane verranno “fatte fuori”, in una stagione che ha ridotto il numero di puntate di molte serie televisive per colpa dello sciopero degli sceneggiatori. Nel caso di “House” si parla di 16 episodi invece di 24.

E’ probabile, quindi, che da noi la stagione venga interrotta a metà, come già avvenne lo scorso inverno su Italia1. Tutto questo ci si augura non scalfisca l’attenzione per questa nuova serie, che fin dalle prime puntate mostra di non aver perso ritmo e stile rispetto alle prime stagioni ma, anzi, si sta rivelando la migliore delle quattro andate finora in onda, con un Gregory House in ottima forma.

Una forma che dimostra già da subito: costretto dalla Cuddy (Lisa Edelstein) e dall’amico Wilson (Robert Sean Leonard) ad assumere dei nuovi collaboratori dopo la partenza degli storici Foreman (Omar Epps), Cameron (Jennifer Morrison) e Chase (Jesse Spencer) -ma saranno andati via per sempre?-, House decide di istituire una vera e propria gara -con tanto di pettorina- tra ben 40 candidati assistenti.

I nomi dei tre “vincitori” si saprà solo nell’episodio numero 9, “Giochi”, attraverso un percorso che episodio dopo episodio vedrà assottigliarsi il numero di partecipanti come in una sorta di reality, che però non oscurerà i noti “casi di puntata”, ai limiti dell’impossibile, bisogna ammetterlo, ma anche per questo appassionanti.

Non si ferma la corsa controcorrente del telefilm ideato nel 2004 da David Shore, che da quando ha iniziato ad essere trasmesso, ha incrementato i propri ascolti, salendo pian piano la vetta delle serie più viste in America: dalla media di 13 milioni di telespettatori della prima serie è passato rapidamente ai 17 della seconda, fino ai 19 della terza.

Continua a leggere l’articolo completo su TvBlog.it >>

 

 

Via | TvBlog

Via | Yume.it 

Alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...