Htc_touch_hd_01

Grazie a un sito francese di gadget che ha avuto tra le mani uno dei primi HTC Touch HD, è possibile ammirare le fattezze del nuovo telefonino di HTC, azienda che negli ultimi periodi sta scalando le classifiche di vendita di telefoni cellulari grazie a prodotti di ottima fattura. Già Blackberry, con il nuovo modello chiamato Bold, ha presentato un modello somigliante vagamente ad iPhone 3G, mentre HTC sembra proprio aver preso più di uno spunto dal melafonino. Siamo noi che vediamo iPhone da tutte le parti, oppure il nuovo HTC Touch HD è davvero somigliante ad iPhone 3G?

A nostro avviso, guardando le foto riprese da Gizmodo, si evince più di un semplice desiderio di emulare il “form factor” di iPhone 3G che è diventato l’oggetto di moda del momento. Basti guardare la foto in cui iPhone 3G e HTC Touch HD sono messi uno sopra l’altro: colpisce l’attenzione anche dei “non addetti ai lavori” il posizionamento del tasto di accensione, dei tasti volume e della presa per le cuffie stereo. Semplice casualità? Se il telefono di HTC avesse avuto anche l’interruttore per la modalità silenziosa come iPhone sulla scocca sinistra, sarebbe stato davvero difficile credere a una semplice casualità.

L’aspetto esterno, simile ancora una volta per la presenza dell’immenso schermo, differisce tra i due telefoni cellulari per la presenza di più tasti nel modello di casa HTC: presenza che rende più immediata la risposta alle telefonate, ma che, allo stesso stesso tempo, non conferisce al Touch HD quell’eleganza delle linee che invece è presente in iPhone 3G.

Htc_touch_hd_02

Come sapete, HTC Touch HD, monta come sistema operativo Windows Mobile e ciò gli conferisce una espandibilità e una duttilità anche maggiore di iPhone 3G. Sempre a differenza di iPhone 3G, il telefono di HTC permette, ad esempio, di ricevere e spedire MMS e di utilizzare la connessione bluetooth come meglio si crede. Ah, è presente pure una fotocamera da 5 MegaPixel posteriore e un’altra fotocamera frontale: videochiamate per tutti.

[…]

Leggi l’articolo completo di Michele Batarelli su theapplelounge >>

 

 

Fonte | theapplelounge

Via | Yume.it 

Alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...